Pubblicato da: carlociufelli | settembre 24, 2012

Lettera de quasi dimissione de Polverini (bozza)

Cari consilieri cammerati e aleati,

E’ cor core in mano che ve saluto pe’ l’urtima vorta da ‘sto pòpò de palazzo. E vojo saluta’ a tutta ‘sta bella compagnia de magnaccioni. Er momento è dramatico. Pare de sta in un firm der monnezza. Ma anche de più.

Purtroppo c’hanno sgamati! E’ annato tutto pe’ verso storto. E dire c’avevano detto de sta’ boni e tranquilli che poi ce pensava er papi a mette’ le cose a posto, magara  racconnando come ar solito ch’era tutta ‘na storia de toghe rosse. Quanno se dice la jella! Certo che ce semo divertiti e tutto sommato co’ quello c’amo messo in dispensa ce campamo per quarche annetto senza bisogno de lavorà, dio ce ne scampi sempre a tutti noartri…!

Mo’ tutti se scandalizzeno: ma che nun lo sapevano che la nostra fame veniva da lontano, dalle magnate der ventennio. E mo’ che eravamo arivati a la magnatoia che dovevamo fa’? Digiuna’?  E chi li poteva tene’ a sti trucidoni! Certo che figura der piffero c’amo fatta. Artro che Previti e Ciarrapico: amo continuato la tradizione loro: magna quanno più poi, e l’olio de ricino lo fai beve’ all’artri!

Mo’ me vonno fa dimette’. Va bbene, ma dico che me dai ‘n cambio? Che so, nartra presidenza, una direzzione generale, un sindacato? Quello me chiama e me propone de fa la velina. A me! Ma nun ciò er fisico, io so’ più formosa de ‘ste sciaquette che piacciono a lui. E poi so’ rafinata ca nun te dico! Io mo’ vesto firmata. Nun me ce pozzo vede’ a balla tutta gnuda ‘ntorno ar tavolo der papi co’ artre ballerine  cor culo de fora. E mascheramme da bocassini poi, nun se pò. Io so’ na politica seria, na sindacalista coi controcazzi!

Ve confido che spero nej amici dell’UDDICCI, li mortacci loro, co’ rispetto parlanno, che se li cognosco bene, cor cazzo che si arzeno dai seggioloni. Ma nu se pò mai sape’. Se li possono puro comprà. Nun sarebbe poi la prima vorta.

A Batman nun te potevi fa i cazzi tua? E nun lo dico pe’ recriminà, ma solo come ‘na costatazzione.

Comunque cammerati mia, so’ cazzi amari pe’ tutti, pure quel gran fijo de Alemanno mo’, vo’ fa’ er moralista, lui c’ha assunto manipoli de cammerati e parenti vari, lui mo’ vole rifonna la destra. Alemanno er censore. Ma nun ce facesse scompiscia’. Ma che se l’annasse a pija’ in quer posto.

In attesa degli avvenimenti intanto che mi fanno dimette’ tanti cari ejaejaalalà dala  vostra indimenticabbile governatrice.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: