Pubblicato da: carlociufelli | settembre 7, 2012

SULMONESI: attenti alla pelle ovvero “scale e tabacchi”.

Photo by Maria Trozzi

Dopo la campagna contro l’afa, anche quest’anno il ministero della salute sta per lanciare la consueta campagna contro il fumo.

Nell’ambito delle autonomie locali solo a Sulmona la meritoria iniziativa, volta a salvaguardare la salute dei cittadini dai danni da tabacco, sarà abbinata a una intensa attività informativa per ridurre i Rischi di Caduta da Scale. E’ purtroppo previsto che i sulmonesi da quest’anno vedranno  crudelmente incrementati tali rischi dalla scellerata messa in opera della “scala asimmetrica” che ha sostituito la precedente, nel riuscitissimo sforzo di rovinare la pregevole area di San Rocco.

Con un innegabile senso di humor, la duplice campagna è stata chiamata “Scale e Tabacchi”.

I cittadini che hanno provato questa offensiva scala si sono resi conto, pur senza essere laureati in architettura, che una delle cose più naturali che ogni uomo impara a fare subito dopo aver appreso a camminare, e cioè scendere le scale, grazie al genio di chi ha ideato questa opera (?), diventa cosa assai pericolosa se nello scenderla involontariamente si segue il percorso più breve, e cioè perpendicolare all’accesso scala. Come è da sempre naturale. A quel punto ci si trova ad affrontare di sbieco ogni gradino, soprattutto se ci si appoggia al corrimano. E in questo modo è facile che i più anziani possano salutare i loro femori!

Bisogna provare per credere, magari indossando casco e protezioni varie (paragomiti, ginocchiere ecc).

In attesa che questa amministrazione comunale, che ricorderemo per le mille promesse, tutte rigorosamente non mantenute,e per i mille, per lo più inutili, cartelli, ne apponga uno che segnali il pericolo all’utenza in discesa offriamo (grazie a Maria Trozzi) una foto che ritrae la scala assassina  sottobraccio a Sgarbi, suo noto disistimatore.

Un ultimo avviso, valido sia per i “discendenti e per i salenti”: se cadendo vi fate male siamo sicuri che la giunta con sindaco (?) e assessore competente (?) saranno ben lieti di pagare di tasca loro, insieme al progettista (quello vero, però), tutti i danni. Inoltre come di consueto si impegnano sin d’ora ad offrire ai “caduti” una medaglia che ne attesti la incorreggibile  “sulmonesità”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: