Pubblicato da: carlociufelli | agosto 25, 2012

Da sindaco di pochi a sindaco di nessuno.

Negli ultimi due giorni sono state diffuse, a delizia della città, due pregnanti “note” di federico (non secondo, anzi speriamo l’ultimo…).

La prima riguardante una dotta sua documentata elucubrazione sul rapporto tra i topi che infestano Sulmona e l’aumento delle paghette degli amministratori dell’Aquila. Puro spirito (senza doppi sensi).

La seconda su immaginifiche creazioni di posti di lavoro (grazie a Ikea o  Megalò!), già persi,  derivanti dalla tenace azione  della sua giunta, proprio quella dei balletti e piroette, fatta a sua immagine e somiglianza.

Prescindendo dal contenuto, e non credendo più nessuno, nemmeno i famigliari, alle continue promesse di questa amministrazione dimostratasi completamente incapace, la novità è che il sindaco non firma i suoi scritti come tale, ma come coordinatore del PdL, partito dichiarato in liquidazione finanche dalla proprietà!

Sapevamo da tempo che Sulmona non avesse un Sindaco, cioè una persona che viene eletta per essere l’amministratore di tutti i cittadini. E in questi anni il coordinatore ha fatto di tutto perché non cambiassimo idea.

E’ buona cosa che un vero sindaco, una volta eletto, anche se grazie al viatico di partiti e coalizioni varie e variabili, dovrebbe avere la capacità, e direi anche la dignità, di essere amministratore dell’intera collettività e non solo degli amici e comparucci. Dovrebbe, restituendo eventuali obsolete tessere, amministrare “laicamente”, anche nell’interesse di chi non lo ha votato. Proprio di questi dovrebbe conquistare la fiducia e la stima, anziché, quotidianamente,  fare di tutto per perdere la fiducia di chi lo votò, e ora se ne pente…

A Sulmona no! Abbiamo un sindaco che invece si fregia addirittura del gran titolo di coordinatore del PdL! E come tale, e non come sindaco, parla e agisce.

Al di là dei suoi incomprensibili farfugliamenti su facebook, rivolti vilmente ai miei Avi (come se io per criticare la sua grande incapacità, alludessi ai suoi familiari…), frasi delle quali poi, a precisa e reiterata richiesta,  non ha il coraggio civile di spiegare il senso, il coordinatore ben poco riesce a fare per la nostra sfortunata Città. Eppure sotto elezioni quando si esibiva spavaldamente  sul palco raccontava ai “plaudentes” che molto avrebbe potuto fare per Sulmona, anche per la concomitanza di un governo nazionale di destra, uno regionale di destra,  e per la mai avuta e irripetibile contemporanea presenza di tre parlamentari peligni nella maggioranza berlusconiana! Lo abbiamo visto…

Ricordiamo come se fosse ieri le sue promesse elettorali, e quelle con le quali  poi  periodicamente con i suoi assessori ha riempito i giornali (locali per fortuna): casinò, grattacielo, megastadio, solo per citare le più simpatiche trovate. E che dire della raccolta differenziata a porta a porta che da qualche anno, ci assicurano parta il mese prossimo? Un momento di piccola notorietà fuori Sulmona è riuscito ad averla, solo come esperto, con le sue divertenti teorie sulla etiopatogenesi genetica dell’omosessualità!

Per il resto promesse, solo promesse e nessun progetto. Ricordiamo la prima pietra dell’ospedale (!…), l’atteggiamento nei confronti della Snam con l’elettrico suo assessore che fa tutto il contrario di quello che dice il coordinatore prossimo exsindaco. E come potremo dimenticare  le scelte sulla Cultura, con la chiusura del Cinema exPacifico, poi del Teatro. E il trattamento riservato al compianto Professor Giuseppe Papponetti per il premio Capograssi, lo vogliamo dimenticare? E l’Eremo di Celestino V ancora chiuso? E il Liceo Classico?

Per non parlare poi del vandalismo amministrativo. Come altro si potrebbe definire lo scempio di piazza Minzoni, per aver criticato il quale ricevetti insulti anonimi (addirittura poi inviati a nome di un innocente cittadino) dallo studio di architettura Ucronie dei soci Guerra (assessore) e Bolino. Per questo c’è una mia denuncia presso la Procura Competente. O l’intervento sull’area di San Rocco (di questo parleremo approfonditamente tra qualche giorno). E la stolta invasività di cartelloni, cartelli stradali, frecce di fantasiosi  cammini di apostoli che rendono assai difficile per i turisti fare delle belle foto dei nostri monumenti?

Ora che fa il coordinatore (liquidatore) del PdL, agli incontri tra sindaci del territorio Avezzano-Lanciano-Vasto per il problema Tribunale,  manda il suo fedele vice!

Una pessima amministrazione. Probabilmente la peggiore che Sulmona abbia mai avuto (e ne ha avute di non eccelse). Ora la chiusura, purtroppo,  con queste premesse e con una campagna elettorale oramai alle porte, fa temere il peggio! In cauda venenum?

RESISTI SULMONA!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: