Pubblicato da: carlociufelli | maggio 21, 2012

Fiori all’occhiello? Si, crisantemi per Sulmona!

E’ un po’ lungo ma vale la pena leggerlo per capire come siamo messi a Sulmona!

PRIMO TEMPO

Il consigliere comunale Gaetano Pagone a proposito  del collegamento viario via Stazione Introdacqua – via Gorizia, opera di regime di un’amministrazione incapace, dopo aver visionato il progetto ha pubblicamente valutato l’inutilità dell’opera, che oltre a non consentire un regolare deflusso del traffico potrebbe contribuire all’esplosione di ulteriori problemi.
Il progetto prevede infatti un raccordo a ridosso di Villa Orsini in una stradina di soli 3 metri mentre “il rilevato stradale in adiacenza del portale di ingresso a Villa Orsini, avrà un’altezza di oltre 3 metri e creerà un diaframma celando, per sempre, la prospettiva della Villa e del suo parco che oggi può ammirarsi dall’ingresso”.

Denuncia poi l’architetto che il progetto presenta un grave  problema di cantierabilità in quanto “da informazioni assunte e sulla scorta di un certificato di vincolo monumentale della Soprintendenza, esteso all’intero Parco di Villa Orsini, che il progetto sia privo del necessario nulla osta dell’Ente preposto al rilascio dello stesso. Se si fosse avuta la sensibilità di far esaminare il progetto dalla competente Commissione consiliare, dette problematiche sarebbero venute alla luce. Ciò non è avvenuto ed oggi con tutta probabilità siamo nella condizione di dover sospendere i lavori per l’assenza del nulla osta della Soprintendenza e per apportare i necessari correttivi alle previsioni progettuali volti ad ampliare via Gorizia al fine di consentire un agevole collegamento con la zona sud della città e ad una più consona sistemazione del raccordo con la stessa.. Ciò premesso interpello le SS.LL. per far chiarezza sulle perplessità segnalate e, qualora le stesse fossero rispondenti al vero, conoscere le iniziative ed atti concreti che si intenderà assumere anche nei confronti di chi ha consentito il verificarsi di quanto segnalato in relazione anche ad eventuali riserve che l’Impresa appaltatrice potrà eventualmente vantare”.

PUBBLICITA’ PROGRESSO!

Il consigliere comunale del centro destra nonché vice capogruppo pdl Nunzio Basito Giovannelli comunica alla città di Sulmona il suo pensiero sulla presunta inutilità del ponte in progetto tra Via Stazione Introdacqua e Via Gorizia espressa da Pagone. “Apprendo, come ormai è consuetudine, dagli organi di stampa, che il consigliere del PDL  Pagone, a seguito di “preoccupanti segnalazioni”, rileva come il progetto del nuovo collegamento tra Via Stazione Introdacqua e Via Gorizia  non sia utile alla città ma anzi diventerà un problemaNon entrando nel merito tecnico dell’opera che come consigliere non mi interessa, (questa è bella! e allora che ci sta a fare lì?, ndr) non condivido il modus operandi (e qui c’è lo zampino dell’assessore alla cultura, ndr!) del consigliere Pagone che invece di esporre le sue perplessità sull’opera all’Assessore ai LL.PP, come in teoria sarebbe opportuno, puntualmente si rivolge agli organi di stampa (Taci il nemico ti ascolta! ndr), denigrando il lavoro fatto finora dall’intera maggioranza (e che bisogno c’è di denigrare questa maggioranza?, ndr). Voglio altresì puntualizzare che gli attacchi rivolti dal consigliere vanno, ormai da tempo, sempre nella stessa direzione e francamente come Vice-capogruppo del PDL chiederò con fermezza al Sindaco Fabio Federico ed al Capogruppo Donato Di Cesare di adottare opportune contromisure (olio di ricino?, ndr). Non è possibile, pur riconoscendo titolo ad ogni consigliere (quant’è buono…, ndr), continuare ad agire in questo modo. In maggioranza o ci si sta’ o se ne esce fuori dichiarandolo pubblicamente ed alla luce del sole. Cosa si dovrebbe fare ora??? Bloccare tutto???? Francamente voglio ricordare a Pagone che l’opera in oggetto sarà il “ Fiore all’Occhiello” (complimenti!, siamo proprio ben messi allora, ndr) di questa Amministrazione ed è ritenuta “ Opera Strategica” dalla stessa Regione. Infine resto basito che un tecnico, quale Egli è, esca fuori solo ora con le sue dichiarazioni quando è noto a tutti che questo progetto è nell’aria da parecchio tempo e sarebbe stata cosa buona e giusta Egli avesse contribuito in maniera fattiva alla soluzione delle problematiche, ma una cosa voglio dirla al collega Consigliere: Come Maggioranza andremo avanti, senza se e senza ma, ricordando alla città che erano anni che  non si vedevano tanti cantieri aperti sul nostro territorio. Sono certo che tanti nostri concittadini sapranno apprezzare

SECONDO TEMPO

“Nunzio, Avrei preferito evitare di risponderti per evitare sterili polemiche. Le tue affermazioni, però, mi spingono a farlo in quanto provocano errate interpretazioni dei fatti a chi le legge e non conosce competenze e ruoli del Consigliere e dell’Assessore. Probabilmente hai dimenticato … qual’è il ruolo del Consiglio comunale e quale quello della Giunta. Tu stesso, in più di un occasione hai sottolineato, la carenza di raccordo tra noi consiglieri ed organo esecutivo e in questa occasione, probabilmente perchè non ti sei reso conto delle previsioni progettuali, ti sei spinto al punto da invitare il Sindaco ed il Capogruppo ad adottare contromisure nei miei confronti (sic !) Vorrei ricordarti che quando abbiamo dato come consiglieri comunali l’assenso alla realizzazione di opere pubbliche importanti l’abbiamo fatto con convinzione riconoscendo lo sforzo che l’attuale amministrazione ha fatto per recuperare fondi che erano andati persi. Ottenuto l’assenso bene avrebbe fatto l’organo esecutivo a coinvolgere sulla scelta finale la Commissione competente e non limitarsi ad una sterile comunicazione mezz’ora prima della riunione di Giunta nella quale dette opere sono state approvate. Non puoi rimanere “basito” se non ho dato il mio contributo. Vorrei ricordarti che non l’ho mai negato ogni qualvolta mi è stato chiesto e l’ho sempre fornito nel corso dei lavori della Commissione consiliare che, purtroppo in questa occasione , come in tante altre, non è stata mai interessata dall’Assessore al ramo. Ti rammento inoltre che più di una volta quando ho trovato chi era disposto ad ascoltare sono riuscito ad evitare pessime figure all’Amministrazione. In quest’ultima occasione la segnalazione fatta in “camera caritatis” è rimasta inascoltata. In città è vero che ci sono tanti cantieri ma hai provato a verificare quanti sono fermi e a chiederti quali sono i motivi ? Dovresti rimanere stupito, al contrario, della serie di segnali negativi e delle “sviste …” madornali che provengono dal settore lavori pubblici. A questo proposito voglio dirti molto sommessamente che ritengo di non essere invadente al punto di inserirmi in ambiti che non mi competono e sostituirmi a chi che sia né così supponente da considerarmi il primo della classe. Posso affermare, però, che ho sempre svolto con correttezza ed umilmente il mio ruolo togliendo spesso qualche castagna dal fuoco lesiva dell’immagine dell’intera Amministrazione. Tornando a questa opera pubblica che avrebbe dovuto essere, come giustamente affermi, il “fiore all’occhiello” di questa coalizione che la stessa Regione l’ha ritenuta “opera strategica”, devo dirti, con rammarico e sulla base delle mie modeste conoscenze, che ci sono tutte le premesse perchè resti un’incompiuta con sperpero di denaro pubblico (un milione di euro). Ti chiedi, “cosa fare ora ?”, “bloccare tutto ?”. La mia risposta, finalizzata a rivedere interamente l’impostazione del progetto e consentire al famoso “fiore” di sbocciare, e “SI” . Vorrei infine ricordarti, per tua buona pace, che sono stato eletto con questa maggioranza che l’ho sostenuta e continuerò a sostenerla ma non consentirò a nessuno di mettermi il bavaglio e, con la coerenza che fin’ora credo mi ha contraddistinto, continuerò a segnalare le cose che non vanno senza nascondere la testa nella sabbia nell’interesse esclusivo della città nella speranza che ciò serva a far cambiare atteggiamenti a qualche componente dell’esecutivo”. Gaetano PAGONE

Annunci

Responses

  1. beh! si vede che ci si prepara ” a testa bassa” alla prossima campagna elettorale, ma penso che la gente, e , soprattutto i giovani di questo paesone sapranno cosa fare. Per dirla con l’assessore siamo arrivati al punto di sutura!

  2. Carlo, ti prego dimmi che non è vero!

  3. Questa amministrazione dei fatti e non delle parole, continua a sorprendere la Città. Continuano i balletti. Ora tocca al Nunzio Basito: “Caro sindaco, caro presidente e caro capogruppo sono qui a richiedere con somma urgenza la convocazione del gruppo consiliare Pdl per affrontare l’incresciosa situazione che si è verificata dopo l’ennesima interrogazione del consigliere Pagone circa i lavori sul ponte fra via Gorizia e via Stazione Introdacqua – si legge nella lettera di Giovannelli – certamente avete seguito la querelle che si è scatenata dopo la mia risposta e la sua controreplica alla quale non ho volutamente replicato per evitare ulteriori sterili polemiche. Certo è che la questione non può rimanere e non può finire così. A mio avviso è necessario un chiarimento con tutto il gruppo consiliare per verificare, a mio parere, se ci siano le condizioni per un sereno proseguo del mio contributo in seno allo stesso. E’ da tempo che gli attacchi si susseguono sempre in una direzione e francamente comincio ad essere un pochino stufo della situazione. Vi chiedo pertanto la convocazione della riunione prima del consiglio comunale del prossimo 25 maggio”


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: